Il nuovo museo digitale di Tokyo

Il nuovo museo digitale di Tokyo




Il 21 giugno a Tokyo è stato inaugurato il MORI Building Digital Art Museum: EPSON teamLab Borderless, il museo di arte digitale aperto dal collettivo giapponese teamLab.

💠 Il teamLab

Il collettivo teamLab, fondato dall’ingegnere matematico Toshiyuki Inoko nel 2001, è composto da artisti, programmatori, ingegneri, animatori digitali, matematici e architetti “ultra-teconologici“. I loro nomi non compaiono nelle opere che creano, in quanto il gruppo vuole enfatizzare la collaborazione piuttosto che il merito individuale.

Il loro scopo è esplorare i modi in cui gli uomini si relazionano con la natura in un’era in cui gran parte della nostra vita è dominata dalla tecnologia, e lo fanno proprio attraverso la tecnologia, facendo confluire il mondo digitale in quello dell’arte.

Al fine di realizzare la loro visione artistica, ovvero “Abbattere i confini tra ‘le diverse arti’, tra ‘arte e spettatori’ e tra ‘se stessi e gli altri’, lasciando che i visitatori si dissolvano nell’arte e diventino parte di essa“, il gruppo ha quindi deciso di aprire un proprio museo: le installazioni sono ospitate in uno spazio di oltre 10mila metri quadrati sull’isola artificiale di Odaiba.

tokyo teamlab digital museum museo digitale

💠 Cosa aspettarsi dal museo digitale

Abbattere i confini tra arte e visitatori è certamente l’effetto che teamLab è riuscito a realizzare attraverso le loro creazioni. I visitatori non solo vengono completamente immersi nelle installazioni digitali, ma sono incoraggiati a interagire con esse, plasmando personalmente la loro esperienza artistica.

Ad esempio, entrando nella sala di “Wander through the Crystal Universe” (installazione del 2016), i visitatori innescano l’accensione di una serie di luci, che poi possono attivamente controllare tramite un’app sul cellulare. Dando alle luci forme, colori e sequenze diverse, si trasforma totalmente l’atmosfera della stanza.

Il museo ospita decine di lavori esposti in 10mila metri quadri strutturati intorno a cinque aree principali: Borderless World, Athletics Forest, Future Park, Forest of Lamps e En Tea house.

Le stanze sono comunicanti e molte istallazioni si fondono insieme. I visitatori sono liberi di muoversi liberamente al loro interno, letteralmente immersi nelle creazioni che contribuiscono a plasmare con il loro corpo.

Nelle parole dello stesso Takashi Kudo, in un’intervista ad Artribune:

I confini saranno ambigui come quelli fra i pensieri nella mente, che si influenzano e si mescolano fra di loro. Se un artista può ispirare pensieri ed emozioni nelle esperienze della gente, le opere d’arte possono formare liberamente connessioni e relazioni fra persone, il tempo dell’opera diviene quello del corpo umano, i confini si dissolvono e si crea teamLab Borderless.

Ma lasciamo che siano queste spettacolari e ipnotiche immagini a parlare da sé!

💠 Le spettacolari installazioni

🔹Athletics Forest🔹

museo digital tokyo teamLab digital museum

museo digital tokyo teamLab digital museum

museo digital tokyo teamLab digital museum

🔹Borderless World🔹

museo digital tokyo teamLab digital museum

museo digital tokyo teamLab digital museum

museo digital tokyo teamLab digital museum

museo digital tokyo teamLab digital museum

museo digital tokyo teamLab digital museum

museo digital tokyo teamLab digital museum

🔹En Tea House🔹

museo digital tokyo teamLab digital museum

🔹Forest of Lamps🔹

museo digital tokyo teamLab digital museum

museo digital tokyo teamLab digital museum

🔹Future Park🔹

museo digital tokyo teamLab digital museum

museo digital tokyo teamLab digital museum

Questi sono solo alcuni dei tantissimi scenari immersivi, interattivi e suggestivi che vi aspettano al museo digitale di Tokyo!

🚉 Come raggiungere il museo

Il museo è raggiungibile scendendo alla Tokyo Teleport Station (Rinkai Line) o alla Aomi Station (Yurikamome Line), per poi camminare 5 minuti a piedi in direzione della ruota panoramica Daikanransha.

Qui il sito ufficiale per maggiori informazioni sulle installazioni, gli orari di apertura e acquisto dei biglietti.