I tifosi del Giappone: un esempio di civiltà anche sul campo da calcio

I tifosi del Giappone: un esempio di civiltà anche sul campo da calcio




Dopo la vittoria con la Colombia durante la partita del Mondiale del 19 giugno, i tifosi giapponesi si sono impegnati a ripulire il loro settore nella Mordovia Arena.
Muniti di grandi buste azzurre (portate personalmente con sé) e del grande senso di civiltà che da sempre li caratterizza, hanno rimesso gli spalti in ordine per lasciarli puliti come li avevano trovati.

⚽ Ecco un video girato da un supporter della Colombia, che si congratula con i tifosi giapponesi, ammirato del loro comportamento:

I tifosi del Giappone ripuliscono la Mordovia Arena dopo la vittoria con la Colombia

🇯🇵Una cultura basata sul rispetto degli spazi comuni

Ripulire dopo una partita di calcio non è altro che un’estensione dei comportamenti di base che vengono insegnati a scuola, dove sono i bambini stessi a pulire la loro scuola, le classi e i corridoi“, ha fatto notare il professore di sociologia dell’Università di Osaka, Scott North, aggiungendo che “Con costanti sollecitazioni durante tutta l’infanzia, questi comportamenti diventano poi un’abitudine per la maggior parte della popolazione“.

In effetti, gli studenti sono abituati fin da piccoli a questa operazione di disciplina e pulizia che, grazie agli sforzi dei singoli, contribuisce al benessere collettivo. Delle pulizie a scuola ve ne abbiamo parlato 🏫➡️ qui, dove c’è anche un interessante video a riguardo.

Inoltre, questo nella Mordovia Arena non è il primo episodio in cui i tifosi giapponesi danno il buon esempio in termini di rispetto e pulizia, la stessa cosa era successa durante i Mondiali del 2014 , dopo il pareggio con la Grecia.

giapponesi puliscono stadioI tifosi Giapponesi ripuliscono lo stadio dopo il pareggio con la Grecia – 2014

🇯🇵Un’occasione per diffondere il buon esempio

Oltre a dimostrare la loro profonda consapevolezza della necessità di ripulire e riciclare, fare questa operazione durante eventi come la Coppa del Mondo è anche un modo in cui i tifosi giapponesi dimostrano di essere orgogliosi del loro stile di vita e di volerlo condividere con tutti noi“, ha continuato Scott North.

E quale evento migliore della Coppa del Mondo per portare insieme nazioni diverse, che possano condividere ciò che di meglio hanno da offrire le rispettive culture? Nel caso di quella giapponese, si tratta di una cultura basata sul rispetto e sull’educazione.

Come fa notare il giornalista sportivo Scott McIntyre, che segue la squadra giapponese durante il Mondiale, di certo i tifosi dei Samurai Blu (サムライ・ブルー così sono chiamati i giocatori della nazionale) non mancano di passione, semplicemente questa passione non sfocia nell’infrangere le regole di base della civile convivenza, tantomeno nella violenza.

giapponesi stadio puliscono tifosi

Per completezza, è importante ricordare che lo stesso gesto di rispetto è stato compiuto dai supporter del Senegal i quali, dopo la loro vittoria sulla Polonia, hanno ripulito gli spalti dello stadio.

Per tutti quelli che sono già stati in Giappone, il comportamento dei tifosi giapponesi forse non è una sorpresa, ma è importante che esso venga ripreso e diffuso, sperando che possa servire da esempio per tutti, per portare maggior rispetto e civiltà in qualsiasi spazio pubblico e campo, non solo quello da calcio! ⚽

giapponesi fan puliscono stadio coppa del mondo mondiali